Grafico giornaliero delle azioni Ferrari

Ferrari

Proverò ad essere coinciso altrimenti diventa tutto noioso e poco comprensibile.

Ferrari disegna un pattern multiplo di inversione dai minimi di inizio gennaio (tower bottom  + Doji reversal sporchi )  e si conferma  in rottura degli 87,5 euro.

Accelerazione fino all’area 99 euro in 4 sedute con scambi in aumento leggero ma non eccezionali (qualche dubbio lo lasciavano sicuramente).

Consolidamento tra i 100 e i 95 in 4 settimane, rotto in ulteriore conferma rialzista il 31 gennaio . Volumi eccezionali e conseguente nuovo rally fino in area 113.

Nuovo consolidamento (pennant ) di 3 settimane e oggi il tentativo di rottura senza volumi.

Forex / Futures

Eur/Usd
06/08 - 11:19
Future Crude Oil
30/04 - 11:12
Grafico intraday Ferrari e trading online

Ecco questo ultimo consolidamento visto  sul grafico intraday a 5 minuti.

Situazione abbastanza lineare e chiara.

Grafico e analisi tecnica azioni Ferrari

Usiamo il grafico a 5 minuti per leggere la rottura di oggi e fare delle considerazioni operative :

Bisogna sempre contestualizzare il grafico intraday e avere in mente con chiarezza la situazione sul Daily (ovviamente se stiamo cercando posizioni di  breve/brevissimo ) in modo da aiutarci a trovare il timing di ingresso e uscita.

Eravamo in attesa della rottura forte dei 112,7/113 euro per provare a comprare con la paura della possibile bullish trap (finta rottura e inversione) e da qua si parte .

Ferrari accelera subito in apertura trovando un po’ di volumi e alle 9:15 rompe sia i 112,7 che i 113.  Essendo passati solo 15 minuti non abbiamo grandi riferimenti su cui appoggiare l’operatività e la scelta tra comprare immediatamente o provare ad aspettare la fine della mattinata diventa  un coin flip. Il book può aiutare ma  bisogna aver già seguito tick by tick nei giorni precedenti per saper leggere i flussi di ordini e onestamente e’ un esercizio lento, noioso e anche difficile.

Grafico e strategia di trading per le azioni Ferrari

Decido di comprare perchè la configurazione grafica sul Daily e’ molto bella e indovinare la rottura potrebbe regalare un gain importante a fronte di uno stop abbastanza stretto in caso di bullish trap.

Il grafico intraday ci indica infatti l’area 111,5/112 come limite per lo stop e perdere l’ 1-1,5% e’ accettabile in queste condizioni tecniche.

Il titolo corre fino ai 113,95 e poi arrivano le prese di profitto e la paura di essere caduti nella bullish trap . Guardiamo i volumi e sulla correzione sono chiaramente in costante calo. Questo e’ indice di forza per Ferrari e quindi manteniamo la posizione .

Ovviamente non esistono mai certezze per cui lo stop rimane impostato e possiamo solamente seguire e sperare.

Lento consolidamento che dura fino al pomeriggio e poi il titolo riesce a ripartire confermando la rottura sul daily. Nelle ultime due ore gli scambi aumentano ma a fine giornata saranno comunque nella media delle ultime sedute e questo purtroppo non e’ positivo .

CONCLUSIONI e SCELTE :

Come ricordo sempre, nessuno ha idea di cosa potrà succedere , quello che possiamo fare e’ seguire, interpretare, reagire .

Fatta questa premessa ci troviamo quindi in buy sulla rottura di un consolidamento ma senza la conferma di vera forza. Sappiamo quindi di essere sempre a rischio di negazione del segnale.

Manteniamo quindi lo stop loss impostato tra i 111,5 e i 112 euro. Se dovesse scendere dovremo quindi trovare il timing per applicarlo ,provando ancora ad aiutarci con il grafico intraday e la lettura dei volumi e del book.

In queste condizioni tecniche dopo una falsa rottura c’e’ il forte rischio di una discesa violenta fino in appoggio al supporto dinamico (area 107 euro) .

La speranza invece e’ che arrivi subito nuova forza per far correre la posizione verso il primo obiettivo veloce che passa sui 120 circa. Per come e’ impostato il titolo , nel caso avessimo questa conferma positiva, potremo anche non accontentarci di un veloce take profit e provare a puntare anche i massimi.

Ovviamente dovremo seguire con costanza l’evoluzione , adeguandoci sempre al mercato senza restare immobili sulla prima scelta fatta.

L’approfondimento e’ stato inserito il 26 marzo 2019 .

Potete controllare l’andamento del titolo e tutti gli aggiornamenti precedenti e successivi  a questa analisi cliccando qui :  FERRARI